Abbazia di Maguzzano

Abbazia di Maguzzano

L’antica “Abatiola” Benedettina sorgeva presso una strada romana alla fine del IX secolo. Fu incendiata dagli Ungari agli inizi del novecento e, dopo la prima ricostruzione, fu devastata dalle truppe viscontee nel 1339. Dopo l’unificazione con l’Abbazia di S. Benedetto Po in Polirone (Mn) nel 1490, fu riedificata quasi dalle fondamenta e ornata della bella Chiesa rinascimentale e dell’elegante chiostro(1491-1496).


Nel 1553 ospitò l’illustre Card. Reginaldo Pole(1500-58) che qui svolse un’intensa attività diplomatica per il ritorno dell’Inghilterra alla Chiesa di Roma.
L’Abbazia, soppressa da Napoleone nel 1796, passò in proprietà a privati.
Nel 1904 vi ritornarono i monaci: una comunità di trappisti Cistercensi di stretta osservanza, provenienti da Stauoeli (Algeria), che vi rimasero fino al 1938.
Nel settembre dello stesso anno passò a Don Giovanni Calabria, sacerdote veronese che aveva da poco fondato la Congregazione dei Poveri Servi della Divina Provvidenza, in Verona.

www.abbaziadimaguzzano.doncalabria.org